Home CROMATISMI Mercoledì 9 novembre > Lukas Geniušas con I Virtuosi Italiani

Mercoledì 9 novembre > Lukas Geniušas con I Virtuosi Italiani

Teatro Miela – ore 20.30
Lukas Geniušas – pianoforte
I Virtuosi Italiani – archi

musiche di Chopin e Mendelsshon

Lukas Geniušas, pianista, si è imposto all’attenzione internazionale nel 2010, aggiudicandosi il Primo Premio al Concorso Internazionale Gina Bachauer di Salt Lake City e, subito dopo, la medaglia d’argento al XVI Concorso Pianistico Internazionale F. Chopin di Varsavia: a 21 anni il moscovita Geniušas ha suonato con orchestre come la BBC Scottish Symphony, la Lithuanian State Orchestra, Sinfoniche di Amburgo e Duisburg, la Cappella di San Pietroburgo ed è stato diretto da Andrey Boreyko, Vladimir Ziva, Saulus Sondeckis, Dmitry Liss, Jonathan Darlington, James Loughran. Si è esibito in Francia, Spagna, Polonia,Lituania, USA, Germania e Italia. Nipote di Vera Gonostaeva, una delle più rinomate insegnanti del Conservatorio di Mosca. Geniušas ha dimostrato un precoce sviluppo musicale: primo premio al Concorso Intermazionale A Step to Mastery di San Pietroburgo nel 2002, poco prima di compiere dodici anni., negli anni a seguire, ancora studente, ha vinto numerosi concorsi pianistici, tra cui il Concorso Internazionale Chopin per giovani pianisti di Mosca nel 2004, lo Scottish International Piano Competition nel 2007 e il Youth Delphic nel 2008. Sin da giovanissimo ha ricevuto varie borse di studio dalla Fondazione Vladimir Spivakov, dalla Fondazione Mstislav Rostropovich e dal governo russo tramite “The Russian Federation Young Talents” e “The Gifted Youth of XXI century”. Il suo repertorio spazia dal barocco alle opere contemporanee e già alla sua giovane età dispone di dieci programmi da recital di impressionante densità e altrettanti grandi concerti per pianoforte e orchestra. La Sonata di Liszt, la Hammerklavier di Beethoven, il Ludus Tonalis di Hindemith, il primo Concerto di Tchaikovsky, il terzo di Rachmaninov e il quarto di Beethoven sono presenza stabile nel suo repertorio. Si dedica, inoltre, con grande passione alla musica da camera per duo, trio e quintetto, e alla scoperta di opere contemporanee o raramente eseguite.

I Virtuosi Italiani, complesso nato nel 1989, è una delle formazioni più attive e qualificate nel panorama artistico internazionale. Attualmente è considerato il complesso italiano che più si sta distinguendo per l’eccellente livello artistico prodotto in questi ultimi anni, per le idee musicali innovative e per le strategie manageriali dimostrate. A documento di ciò a disposizione un’ampia rassegna stampa. Una acclamatissima tournée in Sud America, ha confermato I Virtuosi Italiani come l’ensemble strumentale italiano più credibile a livello internazionale per le proprie interpretazioni del repertorio italiano e straniero consacrandolo quale ambasciatore della Cultura e della Musica italiana nel Mondo. In questi più di vent’anni di attività, sempre maggiore attenzione è stata riservata ad una scelta di repertorio sempre mirato al coinvolgimento di un pubblico sempre più vasto con una particolare attenzione ai giovani. In questa direzione sono nati proprio gli ultimi progetti realizzati : ”MOZartoons“ ( una famosa opera mozartiana resa multimediale con una messa in scena attraverso dei cartoni animati disegnati ad hoc) , “Evolution” con Giovanni Allevi, “Jazz Lightning” con il pianista jazz Uri Caine, un progetto in esclusiva con Cesare Picco dedicato al più antico e importante romanzo della cultura giapponese “Genji Monogatari”, “Back to Bach” con il famoso trombettista jazz Paolo Fresu e altri. L’internazionalità e la versatilità dell’attività de I Virtuosi Italiani fungono ormai da volano per il turismo nonché per lo sviluppo economico del territorio in cui operano. I Virtuosi Italiani si sono esibiti per i più importanti teatri e per i principali enti musicali italiani e stranieri quali il Teatro alla Scala, il Teatro Dal Verme e la Sala Verdi a Milano, il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro La Fenice, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il Teatro Comunale di Modena, il Teatro Regio di Parma, il Teatro Filarmonico di Verona, l’Arena di Verona, l’Associazione Barattelli di L’Aquila, l’Unione Musicale di Torino, l’Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, il Teatro alla Pergola di Firenze, la Società Filarmonica di Roma e molti altri. Numerose le tournées all’estero: Francia (Festival Pablo Casals di Prades, Festival Berlioz, Aix-en-Provence, Bordeaux), Germania, Svizzera, Spagna, Portogallo, Inghilterra ( Londra Royal Albert Hall), Polonia, Lituania, Lettonia, Finlandia, Slovenia ( Festival Internazionale di Lubiana), Russia (San Pietroburgo, Mosca Sala Grande del Conservatorio Tchaikovsky, Sala Tchaikovsky della Filarmonica), Iran, Corea e Stati Uniti d’America (New York, Los Angeles, Philadelphia), Paesi Baltici.

Comments are closed.