Home CROMATISMI Mercoledì 19 ottobre > Duo Tchumburidze – Sepashvili

Mercoledì 19 ottobre > Duo Tchumburidze – Sepashvili

Teatro Miela – ore 20.30
Veriko Tchumburidze – violino
Ketevan Sepashvili – pianoforte

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)
Sonata in si bemolle maggiore n.40 K 454
1.Largo
2.Andante
3.Rondò – Allegretto

Franz Schubert (1797 – 1828)
Sonata in re maggiore op.137 D384
1.Allegro molto
2.Andante
3.Allegro vivace

 

Ottorino Respighi (1879 – 1936)
1.Moderato
2.Andante espressivo
3.Allegro moderato ma energico

Nel 2016, all’età di 20 anni, Veriko Tchumburidze è stata premiata con il Primo Premio al prestigioso Concorso Internazionale Henryk Wieniawski, catalizzando su di sè l’attenzione del mondo musicale. Nata ad Adana in Turchia nel 1996, la Tchumburidze ha iniziato lo studio del violino all’Università di Mersin con Selehattin Yunkus e Lili Tchumburidze. Dal 2010 si è perfezionata con Dora Schwarzberg alla Hochschule di Vienna e poi con la violinista Ana Chumachenco alla Hochschule di Monaco. Nel 2004 ha ottenuto il Primo Premio al Concorso Internazionale Gülden Turali e nel 2006 lo stesso riconoscimento al Concorso per violino della Georgia. Nel ’12 ha vinto il Primo Premio al Concorso Tchaikovsky per giovani interpreti. Ha tenuto il concerto d’apertura al 41° Festival di Istanbul con la Borusan Symphony Orchestra ed è stata invitata da Seiji Ozawa nella sua Accademia in Svizzera per un periodo di studio, così come dal Festival di Verbier. Si è esibita tra l’altro con l’Orchestra da Camera di Zurigo a Lucerna e ha potuto realizzare un cd con il sostegno della Fondazione Orpheum Musik. L’Orchestra da camera di Monaco, la Brandenbugisches Staatsorchester, il Musikkollegium Winterthur, il Teatro Marinski la Borusan Philarmonic e la Sinfonia Varsovia l’hanno invitata recentemente, con grande successo.

Nel 2016 il primo Cd per Sony, realizzato a Zurigo con la l’Orchestra da camera di Brandeburgo le è valso l’invito a tenere il concerto d’apertura. Dopo la vittoria al Concorso Wieniawsky ha suonato al Beethoven Easter Festival, al Menuhin Festival di Gstadt, allo Schleswig-Holstein Musik Festival, al Musica Mundi Festival, all’Olympus Music Festival con Angelich, Vengherov, Batiashvili, Michael Sanderling e molti altri direttori. Suona un Giambattista Guadagnini messo a sua disposizione dalla Fondazione tedesca Deutsche Musikleben.

La pianista Ketevan Sepashvili è stata premiata come miglior interprete georgiano al II Concorso Pianistico Internazionale di Tbilisi nel 2001 e ha attirato l’attenzione del pubblico oltre i confini del suo Paese d’origine già in tenera età, dimostrando le sue straordinarie capacità pianistiche e vincendo concorsi internazionali, tra gli altri il premio per la migliore interpretazione di Brahms al Concorso di Musica da Camera Taneev 2002 a Kaluga in Russia, e il Quarto Premio al Concorso Vianna da Motta a Lisbona, Portogallo. La stampa europea ha elogiato Ketevan Sepashvili come la “nuova stella splendente” (Zürcher Oberländer, 2007) e ne ha ammirato il virtuosismo e le sfumature creative (Süddeutsche Zeitung, 2016). Come solista è stata ospite di rinomati festival pianistici europei e nel 2017 ha debuttato al Musikverein di Vienna, eseguendo pagine di Bach, Chopin e Liszt. Ketevan Sepashvili ha iniziato la sua educazione musicale presso la scuola di musica Paliashvili per bambini di notevole talento con Tamar Pchakadze e successivamente ha studiato al Conservatorio di Tbilisi con Svetlana Korsantia. Ha poi completato i suoi studi con Hans Jürg Strub in Svizzera.

Comments are closed.