Home Comunicati Stampa Lunedì 14 giugno, doppio concerto ore 18 e ore 20 Variazioni Goldberg per Trio d’Archi alla Sala Tergeste

Lunedì 14 giugno, doppio concerto ore 18 e ore 20 Variazioni Goldberg per Trio d’Archi alla Sala Tergeste

Un progetto curato dal grande Maestro Bruno Giuranna, affidato in scena al Trio Quodlibet, protagonista di prestigiosi eventi e palcoscenici musicali come iConcerti del Quirinale” a Roma (con diretta RaiRadio3 e Rai Quirinale), Unione Musicale di Torino, Società del Quartetto, Amici della Musica di Firenze.

TRIESTE – Un piccolo intenso ciclo di tre concerti nel mese di giugno, per salutare l’estate nel segno della buona musica: è quanto propone Chamber Music Trieste, a suggello della Stagione Cameristica allestita in primavera al Teatro Miela. Questa volta, però, i riflettori si spostano all’Hotel Savoia, nella Sala Tergeste, per una programmazione curata come sempre dalla musicologa Fedra Florit,Direttrice artistica Chamber Music, affidata a formazioni cameristiche di grande successo. In avvio protagonista sarà il Trio Quodlibet, al secolo Mariechristine Lopez violino, Virginia Luca viola Fabio Fausone violoncello: Con un doppio concerto in programma lunedì 14 giugno, alle 18 e alle 20, saranno loro ad aprire questa tranche concertistica con una serata che si inserisce nel segno dell’omaggio 2021 a Johann Sebastian Bach, modulato in chiave violoncellistica. In programma una eccellente declinazione delle “mitiche” Variazioni Goldberg: in questo caso le Variazioni Goldberg BWV 988 nella versione per Trio d’Archi di Bruno Giuranna Aria con 30 Variazioni, affidate al giovane e talentuosissimo Trio che si è formato proprio con il Maestro Giuranna, autore della riscrittura per una formazione a lui cara nel ricordo dei concerti come Trio Italiano d’archi con Franco Gulli e Amedeo Baldovino. «Questa versione – spiega Fedra Florit – si differenzia parecchio da quella di Dmitry Sitkovetsky, caratterizzata da una trascrizione pensata per Orchestra d’Archi. Nel concerto del Trio Quodlibet, a Trieste, il pubblico ascolterà un’opera affascinante, che si dispiega senza soluzione di continuità».Dettagli sul sito www.acmtrioditrieste.it.

Il Trio Quodlibet, nonostante sia di giovane formazione, può annoverare concerti e collaborazioni con rassegne e festival musicali di alto livello nazionale ed internazionale. I “Concerti del Quirinale” a Roma (diretta su RaiRadio3 e Rai Quirinale), Unione Musicale di Torino, Società del Quartetto, Amici della Musica di Firenze, Musica Insieme Bologna, Ravenna Festival, Museo del Violino Cremona, Fondazione Bottari Lattes, Festival Pablo Casals di Prades, Festival MITO ed una tournée in Korea del Sud ne sono soltanto un esempio. L’Accademia W. Stauffer di Cremona nella classe del Quartetto di Cremona, l’Accademia Chigiana di Siena con gli insegnamenti di Bruno Giuranna, la Jeunesses Musicales Deutschland di Weikersheim con Heime Muller, il Cuarteto Casals, Quartetto Belcea e l’incontro con il Gewandhaus Quartet, il Fine Arts Quartet, Dirk Mommertz e Hariolf Schlichtig sono state solide realtà che hanno accresciuto e sviluppato le qualità artistiche del Trio Quodlibet; qualità che hanno permesso ai tre musicisti di distinguersi anche in importanti concorsi internazionali: nel 2016 è stato assegnato loro il 2^premio “Tina Anguissola Scotti” al “Valtidone International Chamber Music Competition” e il 1^premio all’ “European Music Competition” di Moncalieri; nel 2018 hanno conseguito il 2^premio al Concorso Internazionale di Musica da Camera Massimiliano Antonelli di Latina. Lungo il corso del 2019 il Trio Quodlibet e RAIRadio3 La Stanza della Musica progettano l’esecuzione integrale dei trii di Beethoven, trasmessa dal vivo in 5 puntate. Per le loro doti musicali sono stati il primo trio d’archi ad essere selezionato all’interno del progetto internazionale “Le Dimore del Quartetto”. Nel 2017 e nel 2019 il Trio Quodlibet è assegnatario di due borse di studio rispettivamente concesse dal Dottor Carlo Comparini e dal Rotary Club di Cremona. Nel 2020 esce il loro primo disco, “Il Re Maggiore” in omaggio ai festeggiamenti del compositore di Bonn.

 

Press ufficiostampa@volpesain.com

Comments are closed.