Home Festival Pianistico - edizione 2015 28 settembre 2015 > Alexander Gadjiev

28 settembre 2015 > Alexander Gadjiev

Ridotto del Teatro Verdi – ore 20.30

Ferruccio Busoni (1866 – 1924)
Elegy n.7 “Berceuse”

Fryderyk Chopin (1810 – 1849)
Sonata n.2 in si bemolle minore op.35
1. Grave. Doppio movimento
2. Scherzo
3. Marcia funebre. Lento
4. Finale. Presto

Maurice Ravel (1875 – 1937)
da Gaspard de la nuit (Trois Poèmes pour Piano d’apres Aloysius Bertrand)
n.3 – Scarbo

***

Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)
Sonata in re maggiore op.10 n.3
1. Presto
2. Largo e mesto
3. Menuetto. Allegro
4. Rondo. Allegro

Igor Stravinskij (1882 – 1971)
Tre movimenti da “Petruška”
1. Danse russe
2. Chez Pétrouchka
3. La semaine grasse

 

ALEXANDER GADJIEV, nato nel 1994 a Gorizia in una famiglia di musicisti, ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di 5 anni con la madre, Ingrid Silic, e successivamente ha proseguito gli studi con suo padre Siavush Gadjiev, noto didatta russo. Nel 2012 ha ottenuto il diploma presso il Conservatorio di Cesena, con il punteggio massimo e la menzione speciale. Sta ora perfezionando i suoi studi nella classe di Pavel Gililov al Mozarteum di Salisburgo.
Si è esibito per la prima volta in pubblico a soli 10 anni. Tra il 2005-2008 ha suonato concerti solistici al Palazzo del Governo di Trieste nell’ambito della stagione concertistica dell’ACM, al Teatro Alfieri di Torino, al Teatro Fumagalli di Cantù, nella Sala dei Festival di Lubiana, all’Auditorium e al Teatro Bratuz di Gorizia. Nel 2009 ha suonato il Concerto di Grieg con l’Orchestra Ars Atelier di Gorizia sotto la direzione di Marco Feruglio e alla Filarmonica di Lubiana con l’orchestra dell’Opera di Lubiana, sotto la guida di Igor Svara.
Di rilevante importanza il recital tenuto a Parigi nel 2012 presso il Centro Culturale Italiano nell’ambito della Rassegna musicale “Suona Italiano” e l’esibizione nello splendido Museo dell’Ara Pacis di Roma (2013). Nella stagione 2013/2014 si è esibito in molte città italiane nell’ambito di Festival di rilievo: al Gran Teatro La Fenice per la Società Veneziana dei Concerti e in occasione del 2 giugno, al Bologna Festival, per gli Amici della Musica di Padova, per il Circolo Culturale Bellunese, al Teatro Comunale di Treviso, presso la Fazioli Concert Hall, alle Settimane Musicali del Teatro Olimpico di Vicenza e alla Accademia degli Sfaccendati in Roma.
Nell’aprile scorso ha eseguito con grande successo alla Fenice di Venezia il concerto op.35 di Shostakovich per la prestigiosa bacchetta di Iurij Temirkanov.
Nonostante la giovane età, Gadjiev ha ottenuto importanti riconoscimenti quali il Terzo Premio alla Prima edizione del FVG International Piano Competition (2009), Primo Premio alla IX edizione del “Premio delle Arti” svoltosi a Trieste con giudizio unanime della giuria presieduta da Guido Salvetti (2012), Primo Premio alla XXX edizione del prestigioso Premio Venezia (2013), rassegna alla quale possono partecipare solo i diplomati eccellenti dei Conservatori Italiani. Nel giugno 2014 ha raggiunto la fase semifinale del prestigioso “Gina Bachauer International Artists Piano Competition”, tenutosi a Salt Lake City negli USA. Dopo alcuni mesi, a seguito di una selezione su 56 candidati operata da una giuria presieduta da Andrea Bonatta, ha partecipato assieme ad altri 5 pianisti provenienti da tutto il mondo, ad una master class con Arie Vardi presso la prestigiosa Eppan Piano Academy.
Da poco è stato selezionato per partecipare alla fase finale del Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni e del “Tchaikovsky” di Mosca, entrambi programmati per l’anno 2015.

Comments are closed.

28 settembre 2015 > Alexander Gadjiev

Ridotto del Teatro Verdi – ore 20.30

Ferruccio Busoni (1866 – 1924)
Elegy n.7 “Berceuse”

Fryderyk Chopin (1810 – 1849)
Sonata n.2 in si bemolle minore op.35
1. Grave. Doppio movimento
2. Scherzo
3. Marcia funebre. Lento
4. Finale. Presto

Maurice Ravel (1875 – 1937)
da Gaspard de la nuit (Trois Poèmes pour Piano d’apres Aloysius Bertrand)
n.3 – Scarbo

***

Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)
Sonata in re maggiore op.10 n.3
1. Presto
2. Largo e mesto
3. Menuetto. Allegro
4. Rondo. Allegro

Igor Stravinskij (1882 – 1971)
Tre movimenti da “Petruška”
1. Danse russe
2. Chez Pétrouchka
3. La semaine grasse

 

ALEXANDER GADJIEV, nato nel 1994 a Gorizia in una famiglia di musicisti, ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di 5 anni con la madre, Ingrid Silic, e successivamente ha proseguito gli studi con suo padre Siavush Gadjiev, noto didatta russo. Nel 2012 ha ottenuto il diploma presso il Conservatorio di Cesena, con il punteggio massimo e la menzione speciale. Sta ora perfezionando i suoi studi nella classe di Pavel Gililov al Mozarteum di Salisburgo.
Si è esibito per la prima volta in pubblico a soli 10 anni. Tra il 2005-2008 ha suonato concerti solistici al Palazzo del Governo di Trieste nell’ambito della stagione concertistica dell’ACM, al Teatro Alfieri di Torino, al Teatro Fumagalli di Cantù, nella Sala dei Festival di Lubiana, all’Auditorium e al Teatro Bratuz di Gorizia. Nel 2009 ha suonato il Concerto di Grieg con l’Orchestra Ars Atelier di Gorizia sotto la direzione di Marco Feruglio e alla Filarmonica di Lubiana con l’orchestra dell’Opera di Lubiana, sotto la guida di Igor Svara.
Di rilevante importanza il recital tenuto a Parigi nel 2012 presso il Centro Culturale Italiano nell’ambito della Rassegna musicale “Suona Italiano” e l’esibizione nello splendido Museo dell’Ara Pacis di Roma (2013). Nella stagione 2013/2014 si è esibito in molte città italiane nell’ambito di Festival di rilievo: al Gran Teatro La Fenice per la Società Veneziana dei Concerti e in occasione del 2 giugno, al Bologna Festival, per gli Amici della Musica di Padova, per il Circolo Culturale Bellunese, al Teatro Comunale di Treviso, presso la Fazioli Concert Hall, alle Settimane Musicali del Teatro Olimpico di Vicenza e alla Accademia degli Sfaccendati in Roma.
Nell’aprile scorso ha eseguito con grande successo alla Fenice di Venezia il concerto op.35 di Shostakovich per la prestigiosa bacchetta di Iurij Temirkanov.
Nonostante la giovane età, Gadjiev ha ottenuto importanti riconoscimenti quali il Terzo Premio alla Prima edizione del FVG International Piano Competition (2009), Primo Premio alla IX edizione del “Premio delle Arti” svoltosi a Trieste con giudizio unanime della giuria presieduta da Guido Salvetti (2012), Primo Premio alla XXX edizione del prestigioso Premio Venezia (2013), rassegna alla quale possono partecipare solo i diplomati eccellenti dei Conservatori Italiani. Nel giugno 2014 ha raggiunto la fase semifinale del prestigioso “Gina Bachauer International Artists Piano Competition”, tenutosi a Salt Lake City negli USA. Dopo alcuni mesi, a seguito di una selezione su 56 candidati operata da una giuria presieduta da Andrea Bonatta, ha partecipato assieme ad altri 5 pianisti provenienti da tutto il mondo, ad una master class con Arie Vardi presso la prestigiosa Eppan Piano Academy.
Da poco è stato selezionato per partecipare alla fase finale del Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni e del “Tchaikovsky” di Mosca, entrambi programmati per l’anno 2015.

Comments are closed.