Home Comunicati Stampa GRAN FINALE PER LA STAGIONE CAMERISTICA 2021 CHAMBER MUSIC, CHE SI CONGEDA A TRIESTE CON IL QUARTETTO HERMÈS

GRAN FINALE PER LA STAGIONE CAMERISTICA 2021 CHAMBER MUSIC, CHE SI CONGEDA A TRIESTE CON IL QUARTETTO HERMÈS

OMER BOUCHEZ E ELISE LIU VIOLINO, CHANG LOU YUNG-HSIN VIOLA E YAN LEVIONNOIS VIOLONCELLO: L’ENSEMBLE COSMOPOLITA IN UN DOPPIO CONCERTO DI INIZIO ESTATE CON UNA GRANDE DEDICA ALLA MUSICA “LETTERARIA” DI LEOŠ JANÁČEK E A LUDWIG VAN BEETHOVEN!

TRIESTE – Con un’appassionata dedica al moravo Leoš Janáček, la mitica e “letteraria” Sonata a Kreuzer ispirata al racconto di Tolstoj– temi musicali diversi, sottesi a un’unica idea ricorrente che procede come un racconto – e con l’omaggio a Ludwig van Beethoven che include l’op.18 n.1 del genio tedesco, corredato da un ulteriore richiamo letterario allo scespiriano “Romeo e Giulietta”, giunge a conclusione l’intensa Stagione Cameristica Chamber Music, a cura della Direttrice artistica Fedra Florit, di scena  per l’ultima tranche di inizio estate della Sala Tergeste all’Hotel Savoia, nel cuore di Trieste. Protagonista dell’evento, programmato in un doppio concerto alle 18 e alle 20, sarà il Quartetto Hermès, Ensemble cameristico di grande fama, protagonista con le sue esibizioni dall’Europa all’Asia agli Stati Uniti, spesso in prestigiose sale come il Kennedy Center di Washington e la Carnegie Hall di New York. Dettagli sul sito www.acmtrioditrieste.it.

Omer Bouchez e Elise Liu violino, Chang Lou Yung-Hsin viola e Yan Levionnois violoncello – in arte, appunto, il Quartetto Hermès– vantano una luminosa carriera che si è consolidata in tutto il mondo. Il percorso artistico si è affinato nel tempo grazie alla assidua frequentazione dei Quartetti Ravel, Ysaÿe e Artemis, con i quali i quattro artisti hanno potuto sviluppare un pensiero musicale comune ed omogeneo. Particolarmente significativo è stato il lavoro con Eberhardt Feltz a Berlino e, successivamente, con Alfred Brendel, che continua a infondere al Quartetto Hermès un’ispirazione continua. Tra i molti riconoscimenti ricevuti nel corso degli anni figurano i premi:Révélation Musicale de l’Année, Premio della Critica 2014-15 e Nordmetall Ensemble Preis 2013 da parte del Festival Mecklenburg-Vorpommern. Fondamentali per la loro carriera sono stati il Primo Premio al Concorso Internazionale di Ginevra nel 2011, il Primo Premio al ConcorsoFNAPEC 2010, il Primo Premio al Concorso Internazionale di Musica da Camera di Lione nel 2009 e il Primo Premio alle YCA International Auditions a New York. I quattro membri del Quartetto sono stati artisti in Residenza alla Chapelle Musicale Reine Elisabeth di Bruxelles dal 2012 al 2016 e hanno goduto del sostegno della Banca Popolare e della Fondazione Singer-Polignac di Parigi dal 2015. La discografia dell’Hermèsha ricevuto sempre notevoli riconoscimenti da parte della critica musicale. L’integrale dei quartetti di Schumann è stata premiata nel 2015 con uno “Choc de l’année” della rivista Classica. L’ultimo CD, pubblicato nel 2018, con i quartetti di Ravel, Debussy e Dutilleux, si è meritato uno “Choc” della rivista Classica e 5 Diapason. Elise Liu suona un violino David Tecchler di proprietà del Fondo Strumentale Francese. Omer Bouchez suona un violino Joseph Gagliano del 1796, prestatogli da Mécénat Musical Société Générale.

Press ufficiostampa@volpesain.com

Comments are closed.