Home Aperitivo Classico 2020 20 settembre 2020 >
Duo Obersnel – Chiandotto

20 settembre 2020 >
Duo Obersnel – Chiandotto

DoubleTree by Hilton Trieste – ore 11:00

Marco Obersnelflauto
Luca Chiandottopianoforte

 

Alfredo Casella (1883 – 1947)
Barcarola et scherzo op.4

Olivier Messiaen (1908 – 1992)
Le merle noir

Sergej Prokof’ev (1891 – 1953)
Sonata per flauto e pianoforte op.94
1. Moderato
2. Scherzo
3. Andante
4. Allegro con brio

MARCO OBERSNEL, nato a Trieste nel 1996, ha iniziato lo studio del flauto traverso all’età di otto anni. Ha frequentato il Conservatorio di Trieste nella classe di Pierluigi Maestri, concludendo nel 2017 il Biennio Specialistico con il massimo dei voti e la lode. Successivamente ha studiato presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma con Andrea Oliva e presso l’Accademia di Imola con Maurizio Valentini, Andrea Manco, Adriana Ferreira e lo stesso Oliva. Ha partecipato a diverse master class con Emily Beynon, Francesco Loi, Paolo Taballione, Philippe Jundt, fra gli altri. La sua attività concertistica, in veste di solista, camerista e orchestrale, lo porta a suonare in numerose occasioni in teatri e sale di rilievo sul territorio nazionale, in Slovenia e Croazia. Tra i risultati ottenuti ai concorsi, spiccano la vittoria del Primo Premio Assoluto nella sua categoria al Concorso Internazionale Premio Spincich 2011 e la vittoria del Primo Premio al Premio Caraian 2017, entrambi a Trieste. Nel 2013 ha fondato il quintetto vocale “Spritz for Five”. Dal 2016 al 2019 ha cantato nel Coro Giovanile Regionale del FVG, diretto da Petra Grassi e, successivamente, è entrato nell’organico del Coro Giovanile Italiano. Ha frequentato il Corso di Perfezionamento di Musica e Musicoterapia in Neurologia presso l’Università di Ferrara, ottenendo il Diploma con il massimo dei voti e la lode. È inoltre iscritto al quarto anno di Medicina e Chirurgia presso l’Università di Trieste.

Vincitore del Premio Brunelli 2018, riservato ai migliori diplomati italiani, e finalista al Bajic Piano Memorial Competition 2018 di Novi Sad, LUCA CHIANDOTTO si è diplomato nel 2019 con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore al Biennio di Pianoforte ad indirizzo interpretativo, con un’esecuzione de l’Offerta Musicale di J. S. Bach. Ha frequentato il Conservatorio Tartini di Trieste nella classe di Flavio Zaccaria. Attualmente si sta perfezionando con Marian Mika, presso l’Accademia Chopin di Padova. È stato allievo di noti didatti, quali Benedetto Lupo, Irene Veneziano, Alessandro Taverna, Aquiles Delle Vigne. Quale studente Erasmus, è stato allievo di Klaus Kaufmann al Mozarteum di Salisburgo. Si è esibito in numerose sale da concerto in Italia, Austria, Slovenia e Croazia. Come solista, ha debuttato con l’Orchestra del Conservatorio di Trieste, diretta da Romolo Gessi, suonando in cinque serate il Concerto KV414 di Mozart. Nel 2018 ha suonato il Concerto n.2 di Chopin con la Belgrade Symphony, diretta da R. Jovanović. Di rilievo la sua partecipazione all’annuale Concerto al buio presso l’Istituto Regionale Rittmeyer per I Ciechi di Trieste: un recital eseguito interamente senza la minima fonte luminosa. Ha una predilezione per le avanguardie del Novecento e nel 2019 ha vinto il Premio Di Cecco a Trieste, dedicato a tale repertorio.

Comments are closed.