Home Aperitivo Classico 2020 13 settembre 2020 > Duo Vinci – Delle Donne

13 settembre 2020 > Duo Vinci – Delle Donne

DoubleTree by Hilton Trieste – ore 11:00

Federica Vincisoprano
Luca Delle Donnepianoforte

 

Gabriel Fauré (1845 – 1924)
Clair de lune
Le papillon et la fleur
En sourdine

Claude Debussy (1862 – 1918)
En sourdine
Romance
Clair de lune

Henri Duparc (1848 – 1933)
Au pays où se fait la guerre
Romance de Mignon
Chanson triste

Erik Satie (1866 – 1925)
Je te veux
Tendrement
La diva de l’Empire

Nata a Trieste, il soprano FEDERICA VINCI si è laureata in canto presso il Conservatorio Tartini nella classe di Rita Susowsky con 110 e lode. Ha seguito diversi corsi di perfezionamento con Luciana D’Intino, Luciana Serra, Alberto Gazale, Alfonso Antoniozzi, Mariella Devia, Richard Barker, Donato Renzetti. Ha ottenuto il Terzo Premio al Concorso di Musica da camera Lilian Caraian in Duo con la pianista Antilena Nicolitzas. Nel 2013 ha debuttato nello Stabat Mater di Pergolesi, diretta da Riccardo Cossi insieme all’Ensemble Diapason. Nello stesso anno ha cantato nella Petite Messe Solennelle di Rossini e nel Tabarro di Puccini, sotto la direzione di Heinrich Unterhofer e ha debuttato in Die Zauberflöte di Mozart al Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Inoltre, dopo aver partecipato alle audizioni del Festival Rossini di Wildbad (Germania), ha ottenuto una borsa di studio che le ha permesso di perfezionarsi presso l’Accademia del Belcanto della stessa città, con il tenore Raúl Giménez ed il basso Lorenzo Regazzo, partecipando inoltre a diversi concerti ed iniziative nell’ambito del Festival. Ha debuttato poi come Vivetta nell’Arlesiana di Cilea. Nel 2015 è stata una delle protagoniste del concerto Almira Emiri and friends, per la Giornata internazionale della carità a Budapest. Successivamente ha interpretato il ruolo di solista al Teatro di Monfalcone nell’Egmont di Beethoven con l’Orchestra Mitteleuropea diretta da Michele Carulli. Molto attiva nella musica vocale da camera, il suo repertorio spazia da compositori quali Francesco Paolo Tosti ad Alban Berg, di cui ha cantato i Sieben Frühe Lieder presso l’Ateneo Veneto nello scorso novembre in duo con il pianista Stefano Cascioli. Ha debuttato come voce solista nella cantata sacra Hör mein Bitten di Mendelssohn. È stata solista nel Requiem di Mozart e nella Missa Solemnis di Waignein per orchestra di fiati. Lo scorso anno è risultata semifinalista al Concorso Lirico Internazionale di Bellano.

LUCA DELLE DONNE, pianista triestino, ha una carriera internazionale da solista e camerista che lo ha portato negli anni a suonare in tutta Europa, Giappone, Cina e recentemente in America centrale e Brasile, per conto di prestigiose associazioni musicali in importanti teatri, ultimo dei quali il Bunka Kaikan di Tokyo. Per arricchire le sue esperienze musicali ed artistiche ha partecipato a molte master class con docenti di chiara fama come Philippe Entremont, Andrey Pisarev, Franco Scala, Benedetto Lupo, Aquiles Delle Vigne, Claudius Tanski ed il leggendario Trio di Trieste e si è perfezionato in Italia, Austria (Mozarteum a Salisburgo) e Portogallo (“Certificado de Artista Antonio Fragoso” per musicisti particolarmente distinti a Coimbra). Collabora stabilmente con solisti di fama internazionale e nel gennaio 2019 è uscito il suo primo CD monografico sulle Sonate per pianoforte e violino di Schumann con Emmanuele Baldini per l’etichetta Da Vinci Classics, definite “in assoluto, una delle migliori versioni in commercio. Emozionante”.

Comments are closed.