Home Festival pianistico - edizione 2018 15 ottobre 2018 > Volodymyr Lavrynenko

15 ottobre 2018 > Volodymyr Lavrynenko

Ridotto del Teatro Verdi – ore 20.30

Volodymyr Lavrynenko  pianista 

Razionalità e divine lunghezze

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)
Partita n.1 in si bemolle maggiore BWV 825
1. Prelude
2. Allemande
3. Courante
4. Sarabande
5. Menuett I
6. Menuett II
7. Gigue

Paul Hindemith (1895 – 1963)
Piano Sonata n.3 in si bemolle maggiore
1. Ruhig bewegt – Im Zeitmaß – Langsamer
2. Sehr lebhaft
3. Mäßig schnell – Langsamer
4. Fuge. Lebhaft – Breiter – Bis zum Schluß verbreitern

***

Franz Schubert (1797 – 1828)
Sonata in si bemolle maggiore D.960
1. Molto moderato
2. Andante sostenuto
3. Scherzo. Allegro vivace con delicatezza
4. Allegro ma non troppo

VOLODYMYR LAVRYNENKO, nato nel 1984 in Ucraina, ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di cinque anni. Ha frequentato la Lysenko Special Music School e successivamente al Conservatorio Čajkovskij di Kiev nella classe di B. Archimowitsch. Nel 2006 ha concluso gli studi diplomandosi a pieni voti e menzione speciale. Ha poi proseguito la formazione presso la Hochschule der Künste di Berna con Tomasz Herbut e nel 2009, dopo aver brillantemente terminato il percorso di studi, si è trasferito a Lucerna per perfezionarsi con Konstantin Lifschitz e ha portato a termine nel 2012 il master di specializzazione. Nell’anno accademico 2012/2013 ha lavorato come assistente di Lifschitz presso la Hochschule di Lucerna. Dal 2014 frequenta il corso specialistico presso la “Hochschule für Musik” di Amburgo, nella classe di Evgeni Koroliov. Lavrynenko ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti in importanti concorsi nazionali ed internazionali, quali il Concorso Internazionale “Carl Czerny” a Praga (1997 – Secondo Premio), Concorso Pianistico Internazionale “Karamanov” a Simferopol, Ucraina (2005 – Primo Premio), Concorso Internazionale Val Tidone – Premio “Silvio Bengalli” (2007 – Terzo Premio e Premio del Pubblico). È inoltre risultato vincitore nel 2010 di una borsa di studio offerta dalla Kiefer Hablitzel Stiftung. Ha partecipato a numerose master class con rinomati pianisti, tra i quali Andrei Gavrilov, Dmitri Bashkirov, Alfred Brendel e Leon Fleisher. Si è esibito sia come solista sia in formazioni cameristiche in varie città ucraine, in Repubblica Ceca, Polonia, Romania, Russia, Francia, Germania, Italia e Svizzera.

Nel 2015, in Duo con la violoncellista Olena Guliei, ha vinto il “Premio Trio di Trieste”. Questo traguardo ha dato slancio alla sua carriera cameristica con concerti in Italia e Spagna e l’incisione di un CD. E per completare un palmarès importante e raffinato, nel 2016 si è aggiudicato un prestigioso Concorso pianistico internazionale, quale il “Franz Schubert” di Dortmund.

Comments are closed.