Home Un Aperitivo Classico a Palazzo Attems Domenica 1 ottobre – ore 11:00 >
Trio Joyce e Duo Tabolina – Arai

Domenica 1 ottobre – ore 11:00 >
Trio Joyce e Duo Tabolina – Arai

Maria Bertos clarinetto
 Snežana Aćimović violino
 Hiromi Arai pianoforte
 Alina Tabolina soprano

Domenica 1 ottobre 2017 – ore 11:00
Palazzo Attems – Gorizia – Piazza Edmondo De Amicis, 2

Dmitrij Shostakovich (1906 – 1975)
Tre pezzi per violino, clarinetto e pianoforte
Preludio (Moderato)
Elegia (Andantino)
Walzer (Moderato)

Pëtr Il’ič Čajkovskij (1840 – 1893)
dalle 7 Romanze op.47 per soprano e pianoforte
2. Dolcemente lo spirito si levò al cielo
4. Dormi, amico infelice
6. Nello splendore del giorno
7. Non ero un fragile stelo?

Aram Khachaturian (1903 – 1978)
Trio per clarinetto, violino e pianoforte (1932)
1. Andante con dolore, con molt’espressione
2. Allegro
3. Moderato – Prestissimo

Il Trio Joyce si è formato nell’ambito del Corso di Musica da camera di Fedra Florit al Conservatorio di Trieste. Costituito dalla violinista serba Snežana Aćimović, dalla pianista giapponese Hiromi Arai e dalla clarinettista friulana Maria Bertos, il Trio rappresenta l’incontro e l’unione di culture di erenti e dimostra come la musica spesso sia l’unico linguaggio comune in grado di unire popoli tanto diversi. Le musiciste si sono conosciute a Trieste, città famosa per essere un crocevia di culture e religioni. L’ensemble prende il nome dallo scrittore, poeta e letterato irlandese James Joyce, che arrivò a Trieste nel 1905, si innamorò della città ed in una lettera alla moglie, risalente al 1909, scrisse “la mia anima è a Trieste”. Meravigliatesi nello scoprire quanto questa frase rispecchiasse anche il loro pensiero, le tre musiciste hanno voluto così ricordare Joyce nel nome del loro Trio.

Maria Bertos, giovane clarinettista friulana, nel maggio 2014 con il quintet- to a ati“Bair Quintet”è stata premiata con menzione di merito ed una borsa di studio al Concorso “Lilian Caraian” di Trieste. Nel 2014 ha ottenuto anche il Diploma Accademico di I livello in clarinetto, sotto la guida di Lino Urdan, presso il Conservatorio di Musica “G.Tartini” di Trieste. Ha seguito numerosi stage e master class con importanti docenti sia in ambito strumentale sia in quello cameristico (Alessandro Eusebio, Stephen Melillo, Valter Sivilotti, Fulvio Zarko Hrvatic, Helfried Fister, Judit Gallai, Teresa Leopold, Giampaolo Pretto, Carlo Fabiano, ecc.). Ha frequentato inoltre diversi corsi in campo vocale e didattico. Attualmente è iscritta al Biennio Specialistico di II livello nella classe di Elena Ferro no, al Conservatorio di Trieste.

Snežana Aćimović, violinista serba, ha iniziato la sua carriera musicale da giovanissima a Sečanj (Serbia), dove si è diplomata con menzione di merito epremiodilode “VukKaradžić”. Ha proseguito gli studi con Ervin Benak, ottenendo il medesimo premio. Ha studiato poi presso l’Accademia di Novi Sad (Serbia), sotto la guida di Evgenija Kravcev e Marija Špengler, ottenendo il “Bachelor With Honors of Musical Arts”. Attualmente frequenta il “Biennio Specialistico” presso l’ “Accademia delle Arti” di Novi Sad con Miroslav Pavlović e contemporaneamente segue il corso di “Biennio Specialistico di II livello” presso il Conservatorio di Trieste con Massimo Belli. Negli anni ha vinto numerosi concorsi in Serbia, evidenziando un talento fuori dal comune. Ha partecipato a numerose master class con docenti internazionali, tra cui I. Coretti, I. Jašvili, C. Leurs, E. Rose, M. Marinkovic, T. Luison, C. Fabiano, G. Pretto, S. Thorp, E. Baldini. Attualmente fa parte dell’Orchestra “F. Busoni” di Trieste e dell’Orchestra “Philharmonics” di Monfalcone.

Hiromi Arai è nata a Tokorozawa, in Giappone, ed ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di 4 anni nella sua città natale. Ha proseguito gli studi a Tokyo al Liceo musicale “Kunitachi Università della Musica” con Yasuhiro Yoshino e quindi si è laureata presso l’Università “Kunitachi”, sotto la guida di Yuko Oshima. Ha approfondito lo studio della didattica ed insegnato presso la Scuola Yamaha della sua città. Trasferitasi in Italia, dopo aver brillantemen- te superato l’esame nale del Triennio presso il Conservatorio di Trieste, si è laureata nel Biennio Specialistico di secondo livello interpretativo pianistico con il massimo dei voti, sotto la guida di Massimo Gon. Sempre nello stesso Conservatorio ora frequenta il Biennio Specialistico con indirizzo Maestro collaboratore, sotto la guida di F. Del Bianco, P. Tirindelli, S. Zabeo. Inoltre vanta numerose collaborazioni pianistiche con vari gruppi da camera nati nella classe di Fedra Florit. Ha avuto occasione di esibirsi in diversi prestigiosi contesti musicali, quali il Mittelfest di Cividale del Friuli.

Alina Tabolina, soprano, è nata nell’aprile 1989 a Mosca (Federazione Russa) ed ha studiato canto dapprima con il soprano Tatiana Bogacheva e poi presso l’Università delle scienze umanitarie di Mosca, con Elena Svechnikova. Dal 2015 studia canto al Conservatorio di Musica “G. Tartini” nella classe di Cinzia De Mola e Musica da camera nella classe di Fedra Florit. Nel 2014 ha seguito la master class del mezzosoprano Elena Obraztsova a Mosca, del baritono Giorgio Surian a Trieste e la master class di “Aspetti scenici ed interpretativi nell’opera lirica”, tenuta da Daniela Mazzucato e Max René Cosotti.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.