Home Festival Pianistico - edizione 2017 23 ottobre 2017 > Benedetto Lupo
Orchestra da Camera di Mantova

23 ottobre 2017 > Benedetto Lupo
Orchestra da Camera di Mantova

Ridotto del Teatro Verdi – ore 20.30

Tre Paesi e l’evoluzione del Concerto pianistico

Antonio Salieri (1750 – 1825)
Concerto per pianoforte e orchestra
in si bemolle maggiore
1. Allegro moderato
2. Adagio
3. Tempo di Minuetto

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)
Concerto per pianoforte e orchestra n.19
in fa maggiore K.459
1. Allegro
2. Allegretto
3. Allegro assai

***

Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)
Concerto per pianoforte e orchestra n.2
in si bemolle maggiore op.19
1. Allegro con brio
2. Adagio
3. Rondò. Molto allegro

 

Considerato dalla critica internazionale quale uno dei talenti più interessanti e completi della sua generazione, BENEDETTO LUPO si è imposto all’attenzione del mondo musicale con l’affermazione nel 1989, primo italiano, al prestigioso Concorso Internazionale “Van Cliburn” che lo ha portato a suonare con le più importanti orchestre americane ed europee. É risultato vincitore in numerosi concorsi internazionali, tra i quali il “Cortot” ed il “Robert Casadesus”, il “Gina Bachauer” e nel 1992 il Premio “Terence Judd” a Londra. La sua intensa attività concertistica lo ha visto spesso ospite al Lincoln Center di New York, alla Salle Pleyel a Parigi, alla Wigmore Hall di Londra, alla Philharmonie di Berlino, al Palais des Beaux Arts di Bruxelles, al Festival “Enescu” di Bucarest e al Tivoli Festival di Copenaghen. Oltre alle sue registrazioni per numerose radiotelevisioni europee e statunitensi, Lupo ha inciso per TELDEC, BMG, VAI, NUOVA ERA e l’integrale delle composizioni per pianoforte e orchestra di Schumann per la ARTS. Nel 2005 l’incisione del Concerto Soirée di Nino Rota, per Harmonia Mundi, ha riscosso un grande successo dalla critica internazionale, che gli ha conferito ben cinque premi, tra i quali il prestigioso “Diapason d’Or”. Pianista dal vasto repertorio, Benedetto Lupo ha al suo attivo anche un’importante attività cameristica e didattica; tiene master class presso importanti istituzioni internazionali ed è spesso invitato nelle giurie di prestigiosi concorsi pianistici internazionali. Dal 2013 è titolare della cattedra di pianoforte nell’ambito dei corsi di perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e nel dicembre 2015 è stato nominato Accademico di Santa Cecilia.

L’ORCHESTRA DA CAMERA DI MANTOVA è nata nel 1981 e si è imposta da subito all’attenzione generale. Nel 1997 i critici musicali italiani le hanno assegnato il “Premio Franco Abbiati”, quale miglior complesso da camera, «per la sensibilità stilistica e la metodica ricerca sulla sonorità che ripropone un momento di incontro esecutivo alto tra tradizione strumentale italiana e repertorio classico». Nel corso della trentennale vita artistica l’Orchestra ha collaborato con alcuni tra i più apprezzati direttori e solisti del panorama internazionale, tra i quali Maria João Pires, Gidon Kremer, Aldo Ciccolini, Shlomo Mintz, Joshua Bell, Viktoria Mullova, Salvatore Accardo, Umberto Benedetti Michelangeli, Giuliano Carmignola, Uto Ughi, Mischa Maisky, Enrico Dindo, Mario Brunello, Miklos Perenyi, Sol Gabetta, Alexander Lonquich, Bruno Canino, Katia e Marielle Labeque, Maria Tipo, Kent Nagano e gli indimenticabili Astor Piazzola e Severino Gazzelloni. Protagonista di innumerevoli concerti in Italia e all’estero, si esibisce nei principali teatri e sale da concerto della maggior parte dei Paesi europei, di Stati Uniti, Centro e Sud America, Asia. Nell’ultimo decennio l’attività nazionale e internazionale dell’Orchestra s’incentra sull’ideazione e realizzazione di importanti cicli monografici, tra i quali il “Progetto Beethoven”, diretto da Umberto Benedetti Michelangeli; un progetto dedicato ai Concerti per pianoforte di Mozart, in collaborazione con Alexander Lonquich; un ciclo incentrato sulla produzione sacra di Mozart; un progetto triennale, intitolato “Haydn l’europeo che amava l’Italia”; nel 2010, bicentenario della nascita di Schumann, l’Orchestra di Mantova ha affrontato l’integrale delle Sinfonie del musicista tedesco, raccogliendo consensi unanimi di pubblico e critica. Nell’ambito di un progetto discografico dedicato ai Concerti per pianoforte e orchestra di Mozart, ha realizzato con Angela Hewitt due CD per l’etichetta Hyperion. Dal 1993, l’Orchestra è impegnata nel rilancio delle attività musicali della sua città, attraverso la Stagione concertistica “Tempo d’Orchestra”, che ospita regolarmente alcuni fra i principali solisti, gruppi cameristici e orchestre del panorama internazionale.

Comments are closed.