Home Il 18 alle ore 18 - edizione 2015 18 marzo 2015 > Duo Plotino-Scaglione

18 marzo 2015 > Duo Plotino-Scaglione

Palazzo del Governo – ore 18.00

Giulio Plotino – violino
Giovanni Scaglione – violoncello

MUSICHE DI:

Nicolò Paganini  (1782  – 1840)
3 Duetti per violino e violoncello MS 107 Duetto n.1 in mi bemolle maggiore
1. Allegro
2. Rondò. Allegretto

Duetto n.2 in sol maggiore
1. Allegro
2. Rondò. Presto

Duetto n. 3 in la maggiore
1. Allegro
2. Polonese. Andante con brio
Maurice Ravel  (1875  – 1937) – Sonata in do maggiore per violino e violoncello “in memoria di C. Debussy”
1. Allegro
2. Très vif
3. Lent
4. Vif avec entrain

 

GIULIO PLOTINO, diplomatosi al Conservatorio di Genova, ha ottenuto il Solisten Diplom al Conservatorio di Utrecht nella classe di P. Hirschhorn e si è perfezionato con S. Accardo, B. Belkin, T. Zehetmair, C. Poppen, G. Carmignola ed i membri del Quartetto Italiano, dell’ Amadeus e Quartetto Alban Berg. Ha vinto il Primo Premio al Concorso “Premio Città di Vittorio Veneto” nel 1999 ed il Quarto Premio al Concorso “Paganini” di Genova nel 2002. Da sempre impegnato nel repertorio contemporaneo, ha collaborato con alcuni tra i più importanti compositori tra i quali Berio, Vacchi, Sciarrino e Bussotti. Nel 2011 ha intrapreso una lunga tournée internazionale in veste solistica con la Venice Baroque Orchestra, debuttando al Lehman Center di New York e allo Styriarte Festspiele di Graz con grande successo. Recentemente ha eseguito il Concerto per violino e orchestra di Benjamin Britten sotto la direzione di Simone Young e registrato da Abc Classic a Perth. Come Primo Violino del “Sestetto Boccherini” è stato ospite delle più importanti Stagioni concertistiche italiane. Ha inoltre tenuto concerti presso la Cité de la Musique e il Musée d’Orsay di Parigi, il Centro Culural de Belèm di Lisbona, Yon Siew Toh Hall di Singapore, i Teatri La Fenice di Venezia e Carlo Felice di Genova e molti altri, collaborando in veste cameristica con Ottavio Dantone, Mario Brunello, Rocco Filippini, Danilo Rossi, Luca Ranieri. Già Primo Violino di Spalla del Teatro di Venezia e Concertmaster della West Australian Symphony Orchestra, è stato invitato a ricoprire lo stesso ruolo presso il Teatro alla Scala di Milano e la London Philharmonic Orchestra per la bacchetta di Masur, Maazel, Colin Davis, Harding, Chung, Gardiner, Gatti e Chailly.

Dopo il diploma al Conservatorio di Genova, GIOVANNI SCAGLIONE ha seguito i corsi di perfezionamento di M. Flaksman e A. Meneses e poi di Ivan Monighetti a Basilea. Durante i quattro anni di studio ha avuto la possibilità di suonare come solista esibendosi con musicisti quali Sergio Azzolini (Sinfonia concertante di Haydn) e Gidon Kremer. Il Concerto per violoncello e orchestra di Robert Schumann, eseguito con la Basel Symphony Orchestra, gli è valsa come prova conclusiva per il conseguimento del prestigioso Solisten-Diplom. Nel 2001 ha vinto l’audizione nazionale indetta dal C.I.D.I.M. per un posto nel Sestetto Boccherini, con il quale si è esibito per le principali società concertistiche italiane. Contemporaneamente ha seguito corsi di Mario Brunello e di Rocco Filippini che, insieme a Salvatore Accardo, lo ha chiamato a collaborare nei concerti cameristici tenutisi al Teatro Olimpico di Vicenza. Dal 2002 fa parte del Quartetto di Cremona, con cui tuttora svolge un’intensissima attività presso le sale più prestigiose di tutto il mondo. Dal 2011 affianca all’attività quartettistica quella da solista. Nel luglio scorso ha debuttato in Duo con la pianista Angela Hewitt. Insegna all’Accademia Stauffer di Cremona.

 

 

 

pastor2

Comments are closed.

18 marzo 2015 > Duo Plotino-Scaglione

Palazzo del Governo – ore 18.00

Giulio Plotino – violino
Giovanni Scaglione – violoncello

MUSICHE DI:

Nicolò Paganini  (1782  – 1840)
3 Duetti per violino e violoncello MS 107 Duetto n.1 in mi bemolle maggiore
1. Allegro
2. Rondò. Allegretto

Duetto n.2 in sol maggiore
1. Allegro
2. Rondò. Presto

Duetto n. 3 in la maggiore
1. Allegro
2. Polonese. Andante con brio
Maurice Ravel  (1875  – 1937) – Sonata in do maggiore per violino e violoncello “in memoria di C. Debussy”
1. Allegro
2. Très vif
3. Lent
4. Vif avec entrain

 

GIULIO PLOTINO, diplomatosi al Conservatorio di Genova, ha ottenuto il Solisten Diplom al Conservatorio di Utrecht nella classe di P. Hirschhorn e si è perfezionato con S. Accardo, B. Belkin, T. Zehetmair, C. Poppen, G. Carmignola ed i membri del Quartetto Italiano, dell’ Amadeus e Quartetto Alban Berg. Ha vinto il Primo Premio al Concorso “Premio Città di Vittorio Veneto” nel 1999 ed il Quarto Premio al Concorso “Paganini” di Genova nel 2002. Da sempre impegnato nel repertorio contemporaneo, ha collaborato con alcuni tra i più importanti compositori tra i quali Berio, Vacchi, Sciarrino e Bussotti. Nel 2011 ha intrapreso una lunga tournée internazionale in veste solistica con la Venice Baroque Orchestra, debuttando al Lehman Center di New York e allo Styriarte Festspiele di Graz con grande successo. Recentemente ha eseguito il Concerto per violino e orchestra di Benjamin Britten sotto la direzione di Simone Young e registrato da Abc Classic a Perth. Come Primo Violino del “Sestetto Boccherini” è stato ospite delle più importanti Stagioni concertistiche italiane. Ha inoltre tenuto concerti presso la Cité de la Musique e il Musée d’Orsay di Parigi, il Centro Culural de Belèm di Lisbona, Yon Siew Toh Hall di Singapore, i Teatri La Fenice di Venezia e Carlo Felice di Genova e molti altri, collaborando in veste cameristica con Ottavio Dantone, Mario Brunello, Rocco Filippini, Danilo Rossi, Luca Ranieri. Già Primo Violino di Spalla del Teatro di Venezia e Concertmaster della West Australian Symphony Orchestra, è stato invitato a ricoprire lo stesso ruolo presso il Teatro alla Scala di Milano e la London Philharmonic Orchestra per la bacchetta di Masur, Maazel, Colin Davis, Harding, Chung, Gardiner, Gatti e Chailly.

Dopo il diploma al Conservatorio di Genova, GIOVANNI SCAGLIONE ha seguito i corsi di perfezionamento di M. Flaksman e A. Meneses e poi di Ivan Monighetti a Basilea. Durante i quattro anni di studio ha avuto la possibilità di suonare come solista esibendosi con musicisti quali Sergio Azzolini (Sinfonia concertante di Haydn) e Gidon Kremer. Il Concerto per violoncello e orchestra di Robert Schumann, eseguito con la Basel Symphony Orchestra, gli è valsa come prova conclusiva per il conseguimento del prestigioso Solisten-Diplom. Nel 2001 ha vinto l’audizione nazionale indetta dal C.I.D.I.M. per un posto nel Sestetto Boccherini, con il quale si è esibito per le principali società concertistiche italiane. Contemporaneamente ha seguito corsi di Mario Brunello e di Rocco Filippini che, insieme a Salvatore Accardo, lo ha chiamato a collaborare nei concerti cameristici tenutisi al Teatro Olimpico di Vicenza. Dal 2002 fa parte del Quartetto di Cremona, con cui tuttora svolge un’intensissima attività presso le sale più prestigiose di tutto il mondo. Dal 2011 affianca all’attività quartettistica quella da solista. Nel luglio scorso ha debuttato in Duo con la pianista Angela Hewitt. Insegna all’Accademia Stauffer di Cremona.

 

 

 

pastor2

Comments are closed.

20° PREMIO TRIO DI TRIESTE