Home Salotto Cameristico - edizione 2015 20 aprile 2015 > Philharmonisches Streichquintett Berlin

20 aprile 2015 > Philharmonisches Streichquintett Berlin

Sala del Ridotto del Teatro Verdi – ore 20.30

Thomas Timm – violino I
Romano Tommasini – violino II
Wolfgang Talirz – viola
David Riniker – violoncello
Janusz Widzyk – contrabbasso

 

MUSICHE DI:

Antonin Dvořák (1841 – 1904)
Quintetto per archi in sol maggiore op.77
1. Allegro con fuoco
2. Scherzo. Allegro vivace
3. Poco andante
4. Finale. Allegro assai
* * *
Gioachino Rossini (1792 – 1868)
Sonata a 4 in do maggiore n.3
1. Allegro
2. Andante
3. Moderato
Ottorino Respighi (1879 – 1936)
Antiche Arie e Danze per liuto: Suite n.3
1. Italiana – Andantino
2. Arie di corte – Andante cantabile
3. Siciliana – Andantino
4. Passacaglia – Maestoso. Vivace
Giacomo Puccini (1858 – 1924)
Crisantemi
Giovanni Bottesini (1821 – 1889)
Fantasia su un tema dalla Sonnambula di Bellini per contrabbasso e archi
Antonio Bazzini (1818 – 1897)
La Ronde des Lutins. Scherzo fantastique per violino e archi op.25

 

pastor2

Il QUINTETTO D’ARCHI DELLA FILARMONICA DI BERLINO è unico in quanto a composizione degli strumenti: invece di aggiungere al quartetto d’archi una viola o un violoncello, l’ensemble ha deciso di inserire un contrabbasso, in modo da rappresentare tutte le cinque sezioni dell’Orchestra e oltrepassando così i confini della formazione di musica da camera pura per orientarsi verso una formazione di dimensioni sinfoniche. Il Quintetto esegue numerosi arrangiamenti, a causa della mancanza di opere originali per questo tipo di formazione. I componenti stessi affermano di aver scelto questo tipo di impostazione poichè “In base alla nostra esperienza, le composizioni acquistano pregievolezza a livello di ampiezza del suono”. Il Quintetto d’archi della Filarmonica di Berlino è nato dalla lunga collaborazione fra Wolfgang Talirz e Romano Tommasini con la violoncellista Tatjana Vassiljeva. Il loro primo concerto, che ha riscosso grande successo,  risale al febbraio del 2007 in Belgio. In breve tempo, è diventato un ensemble molto popolare, richiesto in tutta Europa ed in Giappone.

Thomas TIMM è il leader dei secondi violini dell’Orchestra Filarmonica di Berlino. Ha suonato in moltissimi paesi europei, in Giappone, Cina e Stati Uniti. L’attività di solista lo ha visto esibirsi fra gli altri con la Gewandhaus Orchestra, la MDR Symphony Orchestra di Leipzig e l’Orchestra Sinfonica di Berna.

Romano TOMMASINI, nato da genitori italiani è cresciuto in Lussemburgo e in Francia. Ha completato gli studi musicali nel 1983 a Parigi. Dopo aver ricoperto il ruolo di primo violino concertatore presso l’Orchestra di Nancy è diventato membro dell’Orchestra Filarmonica di Berlino nel 1989.

Wolfgang TALIRZ è membro dell’Orchestra Filarmonica di Berlino dal 1983 ed è stato coinvolto in numerose formazioni di musica da camera della stessa Orchestra, per cui ha ricevuto numerosi riconoscimenti.

David RINIKER ha studiato con Jean Paul Guéneux e successivamente con Antonio Meneses durante un corso specialistico tenuto a Basilea. Ha completato gli studi nelle classi di Arto Noras, Boris Pergamenschikow, Wolfgang Boettcher e David Geringas. Oltre agli impegni orchestrali, si dedica attivamente alla musica da camera con i suoi compagni della Berliner Philharmoniker, con i “12 Violoncellisti della Filarmonica di Berlino”, il Breuninger Quartett e, in formazione di duo, con il violinista Christoph Streuli.

Janusz WIDZYK si è avvicinato allo studio della musica prendendo inizialmente lezioni di pianoforte e all’età di 13 anni ha iniziato a suonare il contrabbasso. Ha studiato all’Accademia musicale di Cracovia e nel 1996 ha poi continuato la sua formazione alla Musikhochschule di Colonia. Nel 1997 è stato assunto come primo contrabbasso della Bonn Beethovenhalle Orchestra e tre anni più tardi ha ricoperto lo stesso ruolo nella Hamburg Radio (NDR) Symphony Orchestra. Dal 2001 fa parte della sezione dei contrabbassi della Filarmonica di Berlino. Widzyk si dedica anche alla musica da camera con i suoi colleghi d’orchestra nella Berlin Philharmonic Camerata. Si è inoltre esibito come solista in numerosi Paesi.

Comments are closed.

20 aprile 2015 > Philharmonisches Streichquintett Berlin

Sala del Ridotto del Teatro Verdi – ore 20.30

Thomas Timm – violino I
Romano Tommasini – violino II
Wolfgang Talirz – viola
David Riniker – violoncello
Janusz Widzyk – contrabbasso

 

MUSICHE DI:

Antonin Dvořák (1841 – 1904)
Quintetto per archi in sol maggiore op.77
1. Allegro con fuoco
2. Scherzo. Allegro vivace
3. Poco andante
4. Finale. Allegro assai
* * *
Gioachino Rossini (1792 – 1868)
Sonata a 4 in do maggiore n.3
1. Allegro
2. Andante
3. Moderato
Ottorino Respighi (1879 – 1936)
Antiche Arie e Danze per liuto: Suite n.3
1. Italiana – Andantino
2. Arie di corte – Andante cantabile
3. Siciliana – Andantino
4. Passacaglia – Maestoso. Vivace
Giacomo Puccini (1858 – 1924)
Crisantemi
Giovanni Bottesini (1821 – 1889)
Fantasia su un tema dalla Sonnambula di Bellini per contrabbasso e archi
Antonio Bazzini (1818 – 1897)
La Ronde des Lutins. Scherzo fantastique per violino e archi op.25

 

pastor2

Il QUINTETTO D’ARCHI DELLA FILARMONICA DI BERLINO è unico in quanto a composizione degli strumenti: invece di aggiungere al quartetto d’archi una viola o un violoncello, l’ensemble ha deciso di inserire un contrabbasso, in modo da rappresentare tutte le cinque sezioni dell’Orchestra e oltrepassando così i confini della formazione di musica da camera pura per orientarsi verso una formazione di dimensioni sinfoniche. Il Quintetto esegue numerosi arrangiamenti, a causa della mancanza di opere originali per questo tipo di formazione. I componenti stessi affermano di aver scelto questo tipo di impostazione poichè “In base alla nostra esperienza, le composizioni acquistano pregievolezza a livello di ampiezza del suono”. Il Quintetto d’archi della Filarmonica di Berlino è nato dalla lunga collaborazione fra Wolfgang Talirz e Romano Tommasini con la violoncellista Tatjana Vassiljeva. Il loro primo concerto, che ha riscosso grande successo,  risale al febbraio del 2007 in Belgio. In breve tempo, è diventato un ensemble molto popolare, richiesto in tutta Europa ed in Giappone.

Thomas TIMM è il leader dei secondi violini dell’Orchestra Filarmonica di Berlino. Ha suonato in moltissimi paesi europei, in Giappone, Cina e Stati Uniti. L’attività di solista lo ha visto esibirsi fra gli altri con la Gewandhaus Orchestra, la MDR Symphony Orchestra di Leipzig e l’Orchestra Sinfonica di Berna.

Romano TOMMASINI, nato da genitori italiani è cresciuto in Lussemburgo e in Francia. Ha completato gli studi musicali nel 1983 a Parigi. Dopo aver ricoperto il ruolo di primo violino concertatore presso l’Orchestra di Nancy è diventato membro dell’Orchestra Filarmonica di Berlino nel 1989.

Wolfgang TALIRZ è membro dell’Orchestra Filarmonica di Berlino dal 1983 ed è stato coinvolto in numerose formazioni di musica da camera della stessa Orchestra, per cui ha ricevuto numerosi riconoscimenti.

David RINIKER ha studiato con Jean Paul Guéneux e successivamente con Antonio Meneses durante un corso specialistico tenuto a Basilea. Ha completato gli studi nelle classi di Arto Noras, Boris Pergamenschikow, Wolfgang Boettcher e David Geringas. Oltre agli impegni orchestrali, si dedica attivamente alla musica da camera con i suoi compagni della Berliner Philharmoniker, con i “12 Violoncellisti della Filarmonica di Berlino”, il Breuninger Quartett e, in formazione di duo, con il violinista Christoph Streuli.

Janusz WIDZYK si è avvicinato allo studio della musica prendendo inizialmente lezioni di pianoforte e all’età di 13 anni ha iniziato a suonare il contrabbasso. Ha studiato all’Accademia musicale di Cracovia e nel 1996 ha poi continuato la sua formazione alla Musikhochschule di Colonia. Nel 1997 è stato assunto come primo contrabbasso della Bonn Beethovenhalle Orchestra e tre anni più tardi ha ricoperto lo stesso ruolo nella Hamburg Radio (NDR) Symphony Orchestra. Dal 2001 fa parte della sezione dei contrabbassi della Filarmonica di Berlino. Widzyk si dedica anche alla musica da camera con i suoi colleghi d’orchestra nella Berlin Philharmonic Camerata. Si è inoltre esibito come solista in numerosi Paesi.

Comments are closed.

20° PREMIO TRIO DI TRIESTE